domenica 18 giugno 2017

MARINATED SQUID, SMOKED CHILLI, FENNEL AND LEMON SALAD PER IL REDONE DI GIUGNO 2017




Oggi pubblichiamo la ricetta di Elena C. per il Redone del mese, che ci è pervenuta tramite email.



Nel momento in cui mi sono trovata davanti agli occhi l’indice dello starbooks del mese di Maggio, sono stata estremamente indecisa su quale piatto preparare. Questa era la mia seconda opzione, seconda solo perché l’anatra all’arancia significava uscire un po’ dalla mia comfort zone in cucina.
Naturalmente l’ho preparata un paio di giorni dopo, la curiosità era troppa. 
Ne approfitto quindi per partecipare ad un nuovo redone.

Marinated Squid, Smoked Chilli, Fennel and Lemon Salad.

Ingredienti per 4 persone:

60 ml Olio di oliva (io extravergine)
Zest grattate e succo di un limone
1 cucchiaino di Ouzo (facoltativo, io non sono riuscita a trovarlo)
Un pizzico di sale fino
½ - 1 cucchiaino di peperoncino affumicato in polvere o pasta
400 gr calamari, puliti e tagliati ad anelli, tentacoli inclusi
2 spicchi di aglio tritati
200 gr patate novelle, lessate con la pelle
1 finocchio tagliato a fettine sottili
1 limone o 1 arancia tagliata a spicchi
2 peperoncini rossi tagliati sottili
Foglie di basilico greco o normale, prezzemolo, e origano.
Sale marino e pepe nero macinato al momento


Procedimento:
In una boule abbastanza grande, mescolare insieme olio di oliva, limone (zest e succo), zucchero, peperoncino affumicato, sale e pepe.

Portare a bollore una pentola di acqua salata, una volta preso il bollore aggiungere i calamari e l’aglio, cronometrare 40 secondi precisi e scolare immediatamente. Asciugarli e aggiungerli alla marinata preparata.
Lasciarli nella marinata per almeno un ora, poi aggiungere le patate, i finocchi e il limone pelato a vivo e tagliato a spicchi. Aggiungere in fine il peperoncino, le erbe aromatiche e mescolare molto delicatamente.
Servire a temperatura ambiente.

Note
La ricetta è spiegata bene, io non avevo capito di dover pelare a vivo il limone e l’ho semplicemente tagliato a spicchi.
Sinceramente 40 secondi di tempo per cuocere i calamari mi sembravano un po’ pochini, ho cercato di tagliarli ad anelli non troppo grandi per farli cuocere meglio. Sono risultati tenerissimi e ben cotti.
Il piatto di per se è veramente semplice e molto fresco e leggero, perfetto per queste calde serate.
La ricetta per me è promossa!

Nel libro sono indicati come metodi dell’ultimo minuto e più veloci dei calamari, la griglia e la frittura, in realtà questo piatto se fatto con anticipo è un vero e proprio salva cena! Si può infatti lasciare insaporire i calamari nella marinata in frigorifero, anche per qualche ora basta poi riportarli a temperatura ambiente nel momento di servirli e gustarli.  

Elena C.


7 commenti:

  1. Apparentemente semplice ma l'abbinamento deve essere buonissimo. L'hai definita un salvacena, anzi facendola in anticipo risulterà ancora più saporita...grazie Elena!

    RispondiElimina
  2. e questa te la rubo, già per stasera! grazie!

    RispondiElimina
  3. fatta l'altra sera, usando Arak (il corrispondente libanese dell'Ouzo) e arancia pelata al vivo invece del limone. Il tutto mi è sembrato un po' slegato. Invece sono rimasta "folgorata" dai 40 secondi di cottura dei calamari: tenerissimi!
    Quindi grazie mille per averla provata e condivisa :-)

    RispondiElimina
  4. Salve Sig. Elena!Fatta la spesa 2 ore fa, e ora mi sto preparando per provare a fare per cena questa assai invogliante ricetta: ho letto e riletto il suo post piu' volte ...ma mi dice per favore qual'è la dose di zucchero da mettere nella marinata? Negli ingredienti non la trovo;)!Grazie

    RispondiElimina
  5. Salve, per lo zucchero mi sono arrangiata e ho deciso per un pizzico ;)! La ricetta l'ho fatta.Osservazioni:le seppie che nel mio caso erano moscardini, ma tagliati sottilissimi come da sue indicazioni( ho usato coltello tipo "bisturi" professionale di porcellana JAP, non piu' di 1 cm di spessore per anello e idem i tentacoli)) non sono venute morbidissime, erano ancora "callosette" ma comunque erano buone (cottura di 40" crono e marinatura totale di piu' di 6 ore nel frigo.Ossia dopo la 1 ora di marinatura a temperatura ambiente, ho aggiunto gli altri ingredienti e messo in frigo, poi riportato il tutto a temperatura ambiente...in questi giorni sono bastai 4', ahaha). Ho usato un limone sfusato amalfitano a buccia edibile a spicchi e non pelato a vivo e l'insieme mi è piaciuto molto.Come varianti personali alla ricetta proposta di cui ancora la ringrazio fresca, saporita con tutti gli ingredienti e i sapori che amo !!! Preciso che cambierò solo la quantità di erbe aromatiche (usate tutte e 3 a occhio ) aumentandola e mettero' un pò piu' peperoncino, visto che non trovo ancora quello fresco e ho usato una macinata moderata del secco. L'olio ( anch'io EVO) totale per me era un pochino eccessivo nel risultato/assaggio finale ( io ho fatto dose doppia di tutto, con 800gr. di peso dei moscardini già puliti). Quando la rifaro' lo diminuiro'.Grazie ancora!

    RispondiElimina