martedì 11 aprile 2017

SAVOURY EGG CUSTARDS





Chicken & Egg, dicono gli Hairy Bikers.
E più che il titolo del loro libro sembra il menù settimanale di casa arabafelice.
Sicuramente pollo la maggior parte della (poca) carne che mangiamo e le uova, lo ammetto: mi devo trattenere perchè le mangerei non solo tutti i giorni, ma a tutti i pasti.
The humble egg, l'umile uovo, come lo definiscono gli autori è base di un numero di piatto che non mi metto nemmeno a contare.
Senza le uova non avremmo, e nomino cosa mi viene in mente a casaccio, le meringhe, il pan di Spagna, la maggior parte dei dolci.
Gli sformati, le quiche e chi più ne ha più ne metta.
Troppo facile buttarsi sui dolci, ho invece preferito un antipasto a base, appunto, di uova e formaggio che gli autori definiscono una "custard", una crema cotta.
Consistenza vellutata e cremosa, sapore assolutamente delizioso, facilità di realizzazione assoluta.
Forse leggermente vintage nell'ispirazione, ma non è il vintage il vero nuovo che avanza? ;)




SAVOURY EGG CUSTARDS
per 4 stampini monoporzione da circa 100 ml di capacità

100 ml  di panna fresca
100 ml di doppia panna
uno spicchio d'aglio tagliato a metà
un rametto di timo
25 g di Parmigiano grattugiato
50 g di Gruviera grattugiato (o formaggio similare)
una noce di burro per imburrare gli stampi
2 tuorli
un pizzico di pepe di cayenna
pane a lievitazione naturale, imburrato e tostato
sale e pepe bianco


Versare i due tipi di panna in un pentolino, aggiungere il timo e l'aglio quindi scaldare su fuoco basso finchè il composto raggiungerà più o meno la temperatura corporea.
Togliere quindi dal fuoco e lasciare da parte per 10 minuti.

Lasciare da parte un cucchiaio di Parmigiano e versare il resto nella panna insieme al Gruviera.
Salare quindi porre nuovamente su fuoco basso girando continuamente finchè il formaggio si scioglie.
Scartare quindi l'aglio ed il rametto di timo quindi far raffreddare completamente.
Scaldare il forno a 160 gradi (140 se ventilato) e imburrare gli stampini.

Unire i tuorli al mix di panna e formaggio e dividere il composto tra gli stampi.
Spolverare con il Parmigiano lasciato da parte e poco pepe di cayenna.
Mettere gli stampini in una teglia da forno e unire tanta acqua bollente quanto basta a far si che gli stampini siano immersi per metà.
Con attenzione infornare la teglia e cuocere per circa 15 minuti, finchè le creme risulteranno rassodate ma ancora leggermente morbide al centro.
Farle intiepidire prima di servire con strisce di pane a lievitazione naturale imburrato e tostato.


NOTE

- preparazione semplicissima nel procedimento che è spiegato, come solito nei libri degli Hairy Bikers, con dovizia di particolari. In pratica si è guidati passo dopo passo il che rende la ricetta semplice anche per cuochi inesperti.

- la cottura è l'unica cosa che può andare storta e richiede un minimo di attenzione: troppo breve e le creme rimarranno liquidi, troppo lunga e saranno più sode del previsto. Solo un po' d'occhio può aiutare, ma in generale meglio un minuto in meno che uno in più.

- viene previsto l'uso di panna e doppia panna. Sempre di panna, ovviamente, si tratta ma la doppia panna ha in generale circa il doppio dei grassi di quella semplice. Regala quindi al piatto una cremosità che risulterebbe inferiore con la sola panna semplice ma senza la pensantezza che potrebbe risultare dall'uso della doppia solamente. Qui non ho difficoltà a reperire entrambe, in Italia leggete le etichette ;)

- il crostino di accompagno è d'obbligo e l'indicazione del pane a lievitazione naturale azzeccatissima dato che il sapore leggermente acido compensa la dolcezza delle creme. In mancanza un normale pane casareccio andrà benone. Il mio è scuro perchè di farina integrale.

- gli stampini che possiedo sono da 80 ml quindi ho avuto una porzione extra, anche se leggermente meno abbondante. Sconsiglio comunque l'uso di stampini più grandi di quelli indicati dagli autori, è pur sempre un tipo di preparazione di cui non ci si scofana una ciotola, nonostante quanto sia buona.

ovvio che date queste premesse che la ricetta sia assolutamente 
PROMOSSA

31 commenti:

  1. Come ben sai, Ram non mangia formaggio....ho una gran voglia di organizzare una cena con le amiche per poterla fare :D. Grazie Stefi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui veramente mi viene da dire che non sa cosa si perde ahahahha

      Elimina
    2. Magari se metto la scamorza affumicata...è l'unica che riesco a rifilargli :DDDDDD

      Elimina
  2. Idem. Io mangerei uova a tutti i pasti e anche fuori pasto e il pollo e' l'unica carne che mangio (se si escludono i salumi, ma qui sono un mezzo miraggio, non so se per fortuna o purtroppo). Ma su tutto, sono golosa di formaggi. E di consistenze cremose. Per cui, se ero in cerca della ricetta perfetta, l'ho trovata qui :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, dico sempre che nella vita precedente devo essere stata un topo...fai tu ;)

      Elimina
  3. In casa mia invece questo potrebbe essere l'antipasto perfetto per mettere tutti d'accordo!!!
    Fantastici gli Hairy Bikers!

    RispondiElimina
  4. Questa ricetta era già nei miei programmi culinari, adesso è salita in cima alla lista :))) Uova, pollo, formaggi? Io non riesco a rinunciarci!
    Grazie Stefi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi è di una semplicità unica...la porca figura che ci insegna la Van Pelt all'ennesima potenza!

      Elimina
  5. Con l'uovo sono lunatica... di sicuro lo adoro sodo, potrei mangiarne un tot... per il resto dipende, per esempio non impazzisco per le frittate... questa proposta di oggi però è alquanto golosa per me, c'è la mia amatissima panna e il formaggio, che ovviamente anche io amo, soprattutto se è cremoso 😍 per non parlare di mozzarelle e burrate, ovviamente fresche, freschissime, altroché quelle del banco frigo... 😉
    Grazie per la scelta ArabaMaghellaFelice 💖

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mozzarelle e burrate sono una delle cose che mi manca di più nel deserto, di cui faccio indigestioni ad ogni rientro. Vedrai, prova la ricetta di oggi, è una vera sorpresa!

      Elimina
  6. che meraviglia questa crema, mi piacerebbe un sacco! il problema è che a casa nostra solo a me e mia figlia piacciono queste cose, gli altri membri non amano il formaggio e inorridirebbero :-(

    RispondiElimina
  7. Solo per sapere, per ogni cocottina mangiata quante millemila ore di attività fisica bisognerebbe fare?? Ahahahah
    Scherzi a parte, questa versione delle uova è tanto semplice quanto goduriosa.
    Altro che promossa, direttamente diplomata ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, magari dalla foto senza termini di paragone non si capisce bene ma sono davvero piccole: da 80 ml! quindi direi che il peccato si può fare ,)

      Elimina
  8. Gustosissima ricetta e qui sono sicura che andrebbe a ruba il formaggio in casa non entra ad etti ma di più
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da noi entra a etti perchè se entrasse a chili ce li mangeremmo comunque :)

      Elimina
  9. Stefi, anche io adoro le uova e devo costringermi a mangiarle solo una volta la settimana!
    Qualcosa mi dice che rifarò presto questo piatto ;)
    P.S. Che dici, la doppia panna (che qui non la trovo manco sotto tortura) si potrebbe sostituire con un mascarpone? So che la consistenza non è la stessa, ma a contenuto di grassi forse ci siamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio di no perchè comunque ti caratterizzerebbe diversamente il gusto. Anche la consistenza è comunque diversa come osservi anche tu. Usa tutta panna normale, e vedrai ;)

      Elimina
  10. Stasera mi cimento in questa cocotte accompagnate da asparagi bolliti. Che secondo me, ci vanno a nozze :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora facci sapere ;) e l'abbinamento va alla grande, già si sa!

      Elimina
    2. Fatte. In realtà ho fatto solo due cocotte, allungando i tempi di cottura, utilizzandole come secondo. Però, a mio gusto, stuccavano un po', troppo formaggiose. Assolutamente da riprovare in versione bites, che ci sta tutto, essendo davvero concentrate, come gusto.
      Che dire, agretti e asparagi tuffati dentro sono stati una goduta :D

      Elimina
    3. Infatti aumentare la dose non è consigliato...è solo un piccolo bite da antipasto come detto dagli autori. Comunque contenta che siano piaciuti (li ho offerto anche ieri sera e sono nuovamente andati a ruba tra i muri ospiti!)

      Elimina
  11. Però a me sono venute 2 cocottine da 130 piene, 4 da 100 non sarebbero venute..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vengono. Non vanno riempite fino all'orlo
      Come ti ho spiegato :)

      Elimina
  12. Decisamente interessante da provare, grazie

    RispondiElimina
  13. "Programmate per piacere a Mapi", ecco quale dovrebbe essere il sottotitolo di questa ricetta!!! Formaggio, uova, pane, panna, consistenza cremosa... Ti credo quando dici che sono degli antipasti e credo a Elena quando dice che risultano stucchevoli se mangiate in quantità. Certo che adesso mi è venuta una voglia pazzesca di queste custard salate. E la prova bikini si avvicina sempre più... ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Falle minuscole, nascono così , non sono certo un secondo. E fanno meno danni...

      Elimina
  14. con queste dosi ho riempito 5 coccetti del formaggio saint felicien. Forse in uno stampo un po' più altino sarebbe stato meglio, ma già così ci è piaciuto molto :-)

    RispondiElimina